Divinazione

Il bello delle parole

By  | 

Le parole sono una parte enorme del nostro mondo perché ci permettono di comunicare con gli altri e di esprimere ciò che sentiamo e pensiamo. Ecco come usarle al meglio.

di Rossella Arena

Dalla comunicazione non si può più prescindere. È un elemento fondamentale nelle relazioni, nella vita di tutti i giorni e per raggiungere i propri obiettivi professionali. In comunicazione non esistono regole ferree, leggi assolute, principi infallibili da applicare in qualsiasi situazione. La parola “comunicare”, a livello etimologico, suggerisce proprio la volontà di mettere qualcosa (un concetto, un’esperienza) in comune con gli altri, perché possa portare il bene di tutti. La comunicazione racchiude tutti quei gesti che ci permettono di unire la nostra esistenza a quella delle persone con cui interagiamo, arricchendo la nostra vita e la loro. Essa avviene soprattutto a livello verbale ma può essere anche espressa attraverso qualunque altra attività che ci permetta di rendere manifesto ciò che abbiamo dentro e di entrare in contatto con l’altro da noi. Comunicare bene è estremamente importante, è anzi l’unico modo per farci comprendere e per comprendere gli altri. Una parte importante della comunicazione prevede l’ascolto: tendendo l’orecchio a tutti si impara moltissimo e anzi, dato che ognuno di noi ha una visione del mondo piuttosto soggettiva, è bene entrare in contatto con tante persone differenti così da avere punti di vista vari sul mondo, su cui poter riflettere.

Il valore dell’assertività
L’assertività consiste nel trovare un equilibrio fra la sicurezza in se stessi e l’attenzione che si dà agli altri. Facciamo un esempio: dobbiamo comunicare con una persona che si esprime per abitudine in modo aggressivo, cercando di prevaricare l’interlocutore e di non ascoltare le sue ragioni. Una persona assertiva è quella che in questo caso si concentra sul senso ultimo della conversazione, non prendendo nessuna espressione dell’altro a livello personale e trovando un modo per esprimere con sicurezza il proprio punto di vista. Se l’altra persona si sente ascoltata, ascolterà più volentieri anche voi e imparerà tramite l’esempio assertivo a rispettare di più sia gli altri che se stessa.
Su questo principio si basa la comunicazione non violenta, un metodo che è riuscito a far comunicare anche persone e gruppi fra cui vi erano dei gravi contrasti: consiste semplicemente nell’esprimere le proprie esigenze senza giudicare l’altro.

[L’articolo completo su Astrella n° 6 – Giugno 2016]

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: