Chi, Cosa, Dove

Da uno a Zero

By  | 

Come il suo segno la Bilancia anche Renato Zero è sempre alla ricerca degli opposti.

Il 30 settembre è il compleanno di uno dei cantautori italiani più amati e popolari. Parliamo di Renato Zero che in oltre 50 anni di carriera viene seguito da un popolo di fan che lui chiama “sorcini”. Renato Zero, all’anagrafe Renato Fiacchini, inizia la sua carriera negli anni ‘60 ma è solo dalla seconda metà degli anni ‘70 che raggiunge il successo. Artista eclettico, definito ambiguo per i suoi travestimenti portati anche fuori dal palcoscenico, si è sempre distaccato da ogni etichetta.
Lo scopo dei suoi look eccentrici non era, infatti, diventare un’icona gay o qualcos’altro, ma al contrario comunicare che le etichette non esistono, che la normalità è un valore inconsistente che vuol dire essere schedato, pianificato, omologato. La matrice sessuale, se pur sbandierata e manifestata nel primo periodo della sua carriera, era solo un modo per sollevare la polvere del conformismo dilagante a quell’epoca (caratterizzata dai nati con Urano e Plutone in Vergine.

[L’articolo completo su Astrella n° 9 – Settembre 2016]

di Maria Grazia D’Aprile – m.grazia@segnicomunicazione.it

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: