Astrologia

E’ il momento di ascoltare il tuo cuore

By  | 

La contemporanea presenza di Mercurio e Marte in Cancro consiglia di affidarsi alla capacità di percezione

di Susanna Schimperna

Mercurio è un pianeta troppo spesso sottovalutato, mentre ha non solo effetto sulla nostra vita quotidiana, aiutandoci a essere più sereni o rendendoci irritabili, procurandoci vantaggi e simpatie oppure sgambetti e rancori, ma contribuisce a facilitarci i compiti o, viceversa, a mettere sulla nostra strada ostacoli e impedimenti.

Mercurio ci consente di capire la realtà intorno a noi, lega tutti gli elementi così come lega gli effetti dei vari pianeti, da bravo messaggero. Da qui la capacità, che in certi periodi abbiamo in misura maggiore e in altri quasi per nulla, di valutare le situazioni e agire soppesando bene i pro e i contro. Veniamo a Marte, adesso. Lui, il pianeta che simbolicamente è rappresentato da Ares – il dio della guerra, non valuta, ma agguanta. Si afferma conquistando, prendendo ciò che desidera, e facendolo con uno slancio “virile”, ovvero forte e coraggioso, perché la radice dell’aggettivo è “vis”, forza.

Il 4 giugno, Marte entra nel segno del Cancro, dove verrà raggiunto da Mercurio il giorno 21. Mercurio sarà il primo a lasciare il segno d’Acqua (il 6 luglio) per spostarsi in Leone, mentre Marte resterà nel Cancro fino al 20 luglio. I due pianeti veloci saranno quindi insieme in Cancro tra il 21 giugno e il 6 luglio, congiunti tra il 24 giugno e il 2 luglio. Perché parliamo della contemporanea presenza di Mercurio e Marte in Cancro? Perché è così importante al punto da influenzare anche le giornate precedenti, quando solo Marte sarà in Cancro in attesa del più piccolo compagno astrale, e quelle successive di luglio, quando Mercurio sarà ormai ripartito per un’altra destinazione lasciando Marte solo col Sole?

[L’articolo completo su Astrella n° 6 – giugno 2017]

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: