Crescita Personale

Entrare in connessione con il libro della vita

By  | 

Se fosse possibile conoscere tutti i segreti attorno alla propria esistenza e avere informazioni utili per vivere bene il presente, costruendo di conseguenza un ottimo futuro, non sarebbe fantastico? Mistici di tutte le epoche hanno sostenuto che esiste un campo di interconnessione cosmica alle radici della realtà, noto come Akasha, che conserva, a disposizione di chi lo richiede, ogni evento avvenuto in ogni tempo ed è connesso a tutto ciò che ancora deve accadere.
Oggi queste teorie sembrano trovare un supporto nelle scoperte della fisica quantistica, della biologia e negli studi sulla coscienza. Ma cosa vuol dire “Akasha”? Questo termine sanscrito significa “etere” e, secondo la tradizione induista, si riferisce a uno dei cinque elementi, quello che rappresenta lo spirito dentro di noi, assieme all’invisibile soffio vitale che permea tutto l’universo: entrarci in connessione porta alla possibilità di vedere tutti i dettagli che riguardano la nostra storia e quella del mondo. Questo immenso archivio viene citato in tutte le maggiori tradizioni scritte: ad esempio nella Bibbia viene definito “libro della vita”. Anche sensitivi famosi come Helena Blavatsky o Edgar Cayce e studiosi come Rudolf Steiner hanno parlato del campo akashico come “luogo” da cui attingere informazioni preziose.

La lettura Akashika
Entrare in connessione con questo “libro della vita” è l’ambizioso obiettivo che si propone una tecnica di conoscenza di sé che è
attualmente molto diffusa: la lettura dei campi akashici.
La sua origine è antichissima, perché i metodi per connettersicon questi spazi fatti di Akashasono presenti da sempre intutte le culture e fino a non molto tempo fa venivano tramandati oralmente, per ibeneficio di tutti; sono inoltre la base di tante tecniche per il benessere e per la crescita spirituale che ancora oggi utilizziamo. Alcune pagine del libro sono dedicate a noi, perché raccontano le vicende della nostra anima, dalla sua generazione al momento presente. Il libro è tuttora in fase di lavorazione: mentre viviamo continuiamo a scrivere la nostra storia, con una qualità che dipende dalle scelte che facciamo e da come reagiamo agli avvenimenti.

[L’articolo completo su Astrella n° 6 – Giugno 2017]

di Rossella Arena

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *