Amore

La gioia del sesso

By  | 

Affinché la coppia funzioni sul piano dell’eros è necessario capirsi e vivere il rapporto con naturalezza. Come risvegliare l’energia kundalini

Nelle relazioni di coppia è l’intimità il vero collante che fa funzionare il rapporto. Tuttavia spesso siamo schivi a parlare di sesso col partner
e a rivelare i nostri desideri. Vivere una vita sessuale appagante non vuol dire andare col primo che capita o fare chissà quali performance. I media hanno contribuito a diffondere un’immagine della sessualità spesso distorta. Siamo infatti bombardati da immagini a contenuto sessuale e ci sono molti strumenti per cercare, anche in maniera ossessiva, immagini e filmati a riguardo. Tutto questo però rischia di dissacrare quella che può considerarsi la danza più ancestrale che avviene tra due persone. Cos’è il sesso e cos’è l’amore? Il sesso è una funzione biologica. Tutti gli animali sono esseri sessuali ma solo l’uomo ha il privilegio di avere qualcosa di più elevato: non il semplice incontro di corpi ma l’incontro di anime. Questo si può considerare amore. Il valore della sessualità lo aveva invece compreso bene l’uomo del mondo antico. È molto interessante che testi antichissimi, come quello del Kamasutra o del Tantra, mostrino una serie di posizioni in un’ottica in cui il sesso è considerato come la via per il benessere e per l’illuminazione. In realtà solo una piccola parte del Kamasutra, testo indiano risalente al IV secolo a.C., è dedicata al sesso: il trattato parla anche di politica ed economia e, soprattutto, l’atto sessuale è considerato come un’unione divina. Anche per quanto riguarda i testi che compongono il Tantra, l’accento è sull’amore sacro.
Nella visione tantrica, la realtà è percepita come un tessuto in cui le parti si uniscono nel tutto e in cui ogni cosa si riflette in ogni parte (in sanscrito “tantra” significa “rete, intreccio”): la vita stessa è uno strumento per l’evoluzione spirituale, perciò i bisogni primari, sesso compreso, costituiscono parte integrante dell’esperienza per arrivare all’unione di corpo, mente e anima. Con il termine sessualità
sacra si intende l’unione di due anime complementari. L’energia sprigionata dall’atto amoroso genera un allineamento al divino che fa vibrare tutto il proprio essere e si basa sul rispetto reciproco. Un rispetto prima di tutto nei confronti di noi stessi e che si rispecchia nei confronti dell’altro. È dunque necessaria una comprensione profonda dell’universo maschile e femminile. Riconoscendo la natura del legame che ci unisce ad un’altra persona, possiamo riconoscere l’anima che ci completa. Un legame non si può programmare o ipotizzare. Un rapporto di coppia, proprio come un fiore che per sbocciare necessita di sole e acqua, ha bisogno di lealtà e consapevolezza.

[L'articolo completo su Astrella n° 7 - luglio 2017]

di Andrea Pellegrino

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *