Amore

La magia astrale degli incensi

By  | 

Ecco le proprietà delle diverse fragranze e come usarle nei rituali. L’incantesimo legato all’elemento Aria per attrarre la persona che amiamo.

Continuiamo il nostro viaggio nel mondo degli elementi naturali che per tradizione sono energeticamente utilizzati nelle arti magiche e divinatorie. Nel numero di dicembre di Astrella abbiamo visto come, attraverso il potere e il simbolismo del Fuoco, sia possibile scrutare nel futuro prestando attenzione al movimento della fiamma delle candele. In questo numero ci dedichiamo invece all’elemento Aria e alla sua rappresentazione simbolica attraverso l’utilizzo di incensi ed essenze profumate. Se proviamo ad immaginare una cerimonia sacra, un incantesimo o un’evocazione, la mente ci riporta ad un ambiente pervaso da sinuose spirali di fumo dalle diverse fragranze. In effetti l’impiego dell’incenso è fondamentale nella ritualistica magica ed ha una tradizione millenaria. In ogni religione e in tutte le tradizioni esoteriche, è sempre stato presente con il suo potere attivo e insostituibile, in qualità di componente determinante di riti e cerimonie.

Un po' di storia

Presso la cultura degli antichi egizi l’utilizzo dell’incenso giocava un ruolo importante in quanto ogni mistura era attribuita a una divinità, ai suoi poteri e alle sue virtù. Ogni cerimonia, ogni rito religioso, ogni atto importante era regolato e sacralizzato dall’uso di mistiche essenze e incensi appropriati.
Ad esempio il cammino del Sole durante il giorno era accompagnato da tre fumigazioni che erano effettuate all’alba, a mezzogiorno e al tramonto.
Tra i sacerdoti c’era anche chi aveva la funzione di scegliere le erbe, i profumi e gli incensi adatti ad ogni tipo di rituale, sulla base di regole mantenute nel più assoluto segreto. Anche in India gli incensi hanno una funzione importante nella devozione. La tradizione millenaria di bruciare resine profumate rivive quotidianamente nelle case e nei templi durante i momenti di meditazione e raccoglimento. Ogni divinità riceve il suo quotidiano omaggio esattamente come secoli fa. Presso gli antichi greci invece era buona norma offrire fumigazioni agli dei insieme a frutti, miele e libagioni. Infine anche la tradizione giudaica e cristiana non è da meno. Nel Vecchio Testamento si riscontrano frequenti riferimenti agi incensi, e il loro utilizzo è ampliamente riconosciuto nella liturgia cattolica e ortodossa.

[L'articolo completo su Astrella n°2 - Febbraio 2017]

di Andra Pellegrino

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: