Magia Naturale

Piccoli Incantesimi – Celebriamo le forze ancestrali

By  | 

Nell’onorare il passato, viviamo pienamente il presente  e prepariamoci con fiducia al futuro.

Con l’avanzare dell’autunno ci inoltriamo nel periodo più oscuro dell’anno: novembre si apre con la festa dei morti, un modo, per le culture antiche, di ricordare coloro che non sono più con noi. La festa dei morti, non solo nel cristianesimo, ma anche presso le culture pagane, non aveva una connotazione macabra, ma serviva a propiziare gli antenati e gli avi, facendoci ricordare la catena di relazioni e nascite che ha portato alla nostra esistenza. Nell’onorare il passato, celebriamo il presente che siamo, ma guardiamo anche al futuro che ci aspetta. Per questo nella tradizione celtica e in molte tradizioni magiche la notte tra il 31 ottobre e il primo novembre finisce un anno magico e ne comincia un altro. In questo confine tra il passato che non c’è più e il futuro che non c’è ancora, le forze ancestrali sono libere di vagare in quella che ai più è conosciuta come notte di Halloween.

[La rubrica completa su Astrella n° 11 – Novembre 2016 ancora per pochi giorni in edicola]

di Raniero Pagano

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: