Crescita Personale

Semplice è meglio

By  | 

Partiamo dalla mente, che è sempre affollatissima, piena di pensieri, preoccupazioni ma anche di idee che, se troppo rigide, possono diventare un ostacolo al naturale scorrere della vita. È proprio la mente che ostacola di più la nostra felicità, perché produce molti pensieri su come vorremmo che andassero le cose, mentre l’atteggiamento giusto sarebbe quello di godersele, così come sono. Il cervello è inoltre collegato al resto del corpo (ecco perché quando facciamo brutti pensieri ci viene il mal di stomaco) quindi, la semplicità dei pensieri che contiene è essenziale per la nostra felicità. A livello scientifico, si può precisare che l’ipotalamo produce delle molecole dette “peptidi” che, ogni volta che sentiamo un’emozione forte (rabbia, odio, etc.) le produce, diffondendole a nostro svantaggio in tutto l’organismo. Questo, per fortuna vale anche per le emozioni positive, come la gioia ed entusiasmo, ecco perché per rimanere in salute dovremmo coltivare e favorire questi atteggiamenti rispetto agli altri. La prima cosa da fare, per svuotare la mente e indurla a rilassarsi, è sicuramente ridurre al minimo le attività a cui ci dedichiamo. Come possiamo procedere? Per esempio, attraverso un esercizio molto semplice: tutti i giorni si scrivono i primi tre impegni o obiettivi che ci vengono in mente, che saranno le nostre priorità della giornata. Anche in relazione al lavoro, soprattutto se siamo stacanovisti e/o perfezionisti, possiamo provare a non impegnarci e stressarci più del necessario, prendendoci le giuste pause che ci permettono di stare bene. La nostra professione è importante ma una vita che sia dedicata soltanto a quella, diventa frustrante e “vuota”, magari non di impegni ma sicuramente di felicità. Per quanto riguarda le preoccupazioni, possiamo lasciarle andare, scrivendole al risveglio su un foglio: ci aiuterà a non pensarci più per il resto della giornata. Per rimediare infine alle idee fisse e ai pregiudizi, fa molto bene cambiare atteggiamento, scegliendo di affrontare una situazione nel modo esattamente opposto a cui siamo abituati. Risulta molto utile anche confrontarsi con tante persone diverse, per capire che esistono mille punti di vista differenti dal nostro: ci aiuterà a prendere in considerazione il fatto che non sempre quello che pensiamo può essere valido in tutte le situazioni ma addirittura, in alcuni casi, può risultare limitante.

[L’articolo completo su Astrella n°10 – ottobre 2017 – ancora per pochi giorni in edicola]

di Rossella Arena

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: