Astrologia

Una primavera di fuoco

By  | 

Un mese particolarmente infuocato con molti aspetti che coinvolgono i pianeti veloci e quelli lenti. Una sferzata di energia che ci invita a trasformare il desiderio in volontà costruttiva

Impeto: sembrerebbe questa la parola chiave di marzo, un mese caratterizzato fortemente dall’elemento Fuoco, e in particolare dal segno dell’Ariete.
Ma aveva ben ragione il grande Michel de Montaigne, filoso e aforista, a scrivere che ciò che chiamiamo volontà non è che la persistenza e la forza dei nostri desideri.
Ed ecco dunque che, se vogliamo che il desiderio non si trasformi solo in impeto, slancio cieco, ma diventi volontà per costruire, che va in una direzione precisa, dobbiamo capire anche come canalizzare l’energia che ora i pianeti in Ariete sollecitano. Guardiamo prima di tutto la situazione celeste. Il mese si apre con Luna, Venere, Marte e Urano in Ariete. La Luna resterà nel segno soltanto fino al giorno seguente, Venere per tutto il mese e ovviamente anche Urano, mentre Marte fino al 10. Ma ad un certo punto entreranno in questo segno sia Mercurio, il giorno 13, sia il Sole, il giorno 20. Abbiamo poi Saturno in Sagittario, altro segno di Fuoco, e non vanno dimenticati tutti gli aspetti che questi pianeti formano tra loro, e anche con alcuni di quelli rimasti fuori dal cerchio di Fuoco: Mercurio in Pesci quadrerà per alcuni giorni Saturno. Giove sarà per tutto il mese opposto a Urano e quadrato a Plutone in Capricorno. Degli aspetti di Giove parleremo a parte per i loro effetti molto particolari, ma tutti gli altri, che ci parlano di desiderio, di impeto e di volontà, possono darci indicazioni preziose su quale sia il modo migliore di fare tesoro delle energie a nostra disposizione.

[L’articolo completo su Astrella n° 3 – marzo 2017]

di Susanna Schimperna

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: