Magia Naturale

Fratello Sole

By  | 

Fratello Sole: “Bello e irraggiante con grande splendore”

di Massimiliano Vono

 

IL SOLE E L’UOMO – L’Energia fecondante

“Il sole feconda”. Quante volte abbiamo sentito questa affermazione, apparentemente ovvia, fin banale nella sua semplice formulazione. Eppure infinitamente vera. Tutto ciò che ha vita nel nostro pianeta trae la sua ragione d’essere dal processo nucleare che da miliardi di anni consente alla nostra stella, il primo luminare dello zodiaco, di brillare. Fin dalla narrazione del “Mito del Diluvio”, attraverso il quale il “molle fango fertile” umidificato dalla torrenziale acqua viene riscaldato dal tepore della nostra stella, contenuto nelle “Metamorfosi” di Ovidio, la Terra e il Sole operano insieme per infondere la vita e nutrire gli esseri viventi. Anche se il fenomeno del riscaldamento globale potrebbe nel futuro sovvertire e compromettere l’antica alleanza, ancora oggi possiamo essere sedotti dalla magnificenza del sole splendente. Ogni secondo le reazioni del suo nucleo trasformano cinquecentonovantaquattro milioni di tonnellate di materia (Idrogeno) in energia irradiante di miliardi e miliardi di megajoule. Se dovessimo quantificare questo immane “soffio energetico” potremmo dire che la nostra stella ogni secondo si libera di quattro milioni di tonnellate di massa. Di tutta questa irradiazione solo un’infinitesima parte è rivolta verso il nostro pianeta generandone la multiforme carica vitale, sufficiente a far comprendere a tutti quanti hanno adorato il sole durante i millenni che i suoi raggi veicolassero le proprietà magiche della creatività, della fertilità fino ad arrivare alle proprietà curative.

Pubblicità
Cartomanzia Professionale

 

[Leggi l’articolo completo in edicola su Astrella n° 8 – Agosto 2014]

BOX – E se fosse una sorella?

“Frau Sonne” dicono i tedeschi. “Donna Sole”. E non sono gli unici. “Amaterasu”, divinità solare giapponese è femmina. E così nell’antico Egitto prima della XVIII dinastia il Sole è rappresentato da esseri umani o animali femminili, come nel caso di Ackenaton e Nefertiti dove il principio maschile e femminile vengono fusi nel duplice occhio di Horus a simboleggiare una sorta di “Androgino”. Analogamente in Germania “Der Mond”, la Luna, è maschile. Quindi gli archetipi parrebbero rovesciati. Cosa è successo? In realtà molto semplicemente nella tradizione europea meridionale e nelle culture maggioritarie a livello globale è valido il dualismo sole/maschio – luna/femmina perché è là che si sono diffuse principalmente le tradizioni orfiche e gnostiche. Nei paesi di area germanico-scandinava viceversa la mitologia dell’Edda ha governato le credenze: così “Sunna” nota come “Sol”, la divinità solare, divenne Sonne.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: